PRESIDENTE ONORARIO

Il consiglio del direttivo ha conferito questa carica per gli straordinari meriti nell’arte magica.
La carica ha valore puramente onorifico e non prevede responsabilità di tipo organizzativo o legale.

Alexander (Elio De Grandi)

Alexander

Elio Alexander De Grandi nasce a Torino il 27 Gennaio 1951, ed incontra la Magia all’età di dieci anni, dedicandosi allo studio della manipolazione e in particolar modo a quella con le monete.

Continua a studiare con risultati brillanti e finito il liceo classico, si iscrive alla facoltà di medicina con il proposito di diventare medico e poi specializzarsi in psichiatria.

 L’anno 1973 è l’anno della svolta, infatti partecipa al “Festival Internazionale della Magia di Saint Vincent”, aggiundicandosi il Gran Premio “Bustelli”. Qualche mese dopo a Parigi, vince il primo premio nella categoria della manipolazione al Congresso mondiale della FISM. Prima di allora nessun italiano si era aggiudicato un premio in quella categoria. E ancora fino ad ora, nessuno lo ha eguagliato.

 Il 3 Ottobre 1976, Alexander debutta su Raiuno, nella prima serie di “Domenica in “. Ospite fisso di tutte le puntate, il suo successo è sbalorditivo ottenendo le copertine dei maggiori settimanali italiani.

Gli anni seguenti, sempre la Domenica pomeriggio su Raiuno, partecipa alla serie “Tre camere e cucina” con Sandra Mondaini, Ave Ninchi e Tullio Solenghi.

Mentre nel 1978 conduce, sempre su Raiuno, “Uffa, domani è Lunedì” con Maurizio Micheli.

Nel 1981 debutta come autore e mattatore di una trasmissione articolata in quattro puntate il sabato sera in prima serata su Raiuno con lo spettacolo “Zim Zum Zam” che riscuoterà tanto successo di pubblico e di audience tanto da bissare due anni dopo lo stesso successo presentando la seconda serie dello stesso spettacolo ancora una volta campione di audience televisiva.

Altre apparizioni seguono negli anni come nel 1984 con “Noi con le ali” (Raidue), “La luna nel pozzo” (Italia uno).

 Nel 1987 conduce su Raiuno, il sabato sera, le 12 puntate di “Sotto le stelle”. Poi ancora molta altre esibizioni di successo, come “Fantasmi”, “Domenica In”, il salotto di Raffaella Carrà, ”Non è la Rai”.

Nel 1989 è protagonista su Raiuno con Carmen Russo e Franchi-Ingrassia, delle sei puntate di “Io Jane, tu Tarzan”.

Nel 1992 su Canale 5 con “Bulli e pupe” dodici puntate in prima serata con Paolo Bonolis. Nel frattempo intraprende una serie di esibizioni all’estero, e diventa una star televisiva in Sud America partecipando a “Sabado sensacional”, uno show che si registra a Caracas e che viene irradiato in tutto il continente sudamericano.

Nel 1995 è ospite fisso della trasmissione televisiva di maggior successo dell’anno : “Carramba che sorpresa!” con Raffaella Carrà. Partecipa inoltre a “Domenica in”, “Buona Domenica”, “Sotto a chi tocca”. Nel 1996 si susseguono altri impegni televisivi come “Gocart”, “40’ minuti con Raffaella”, “Arriba Arriba” e “Sotto a chi tocca a Capodanno”.

Moltissime altre apparizioni televisive si aggiungono al già ricchissimo curriculum si Alexander.

  •  1997: “Il gatto e la volpe” e “Tira e molla” (Canale 5)
    “L’Italia del Giro” e “Casa per casa” (Rete 4)
    ”Due come voi” (TMC).
  •  1998: “I fatti vostri” (Raidue)
    “Il tappeto volante” (TMC)
    “Fuego!” (Italia 1), “Sali & tabacchi” (Canale 5)
  •  1999:”Ci vediamo in TV”(Raidue)
    ”Magic”(R4); “Gulliver”
    “Ciao Darwin” (Canale 5)
    “Su e giù” (Raiuno)
  •  2000-2001 “La prova del cuoco” (Raiuno)
    “Ciao Darwin” (Canale5)
    “La vita in diretta” (Raduno)
  •  2003 – “Ali di carta” (Canale 5)
  •  2004 – Tournée Sud Americana ( 6 Nazioni)
    “Venevision TV” (Venezuela)
  •  2005 – “Surprize Surprize” (TV Romania)
    Megachannel (Grecia)
  •  2006 – “Arcana” (Raidue)
    “Surprize Surprize” (TV Romania)
  •  2007 – “Festa in famiglia” (Raiuno),
    “Il tappeto volante”, Studio Aperto (Italia1)
    “Attenti al lupo” (Rete4)
    Debutto in Dicembre dello spettacolo teatrale “Sinapsi – ai confini del cervello”.
  •  2008 – “Artù” (Raidue)
    “La vita in diretta” (Raiuno)
    “Scalo 76” (Raidue)
    “Festa in famiglia” (Raiuno)
    “Studio aperto” (Italia1)
    “Attenti al lupo” (Rete4 – 3 puntate)
  •  2009 – La vita in diretta (Raiuno- Novembre)
  •  2010 – Vari telegiornali (per la partecipazione a Masters of Magic – RAIDUE)
  •  2011 – “Attenti a quei due” (Raiuno – sabato sera in prima serata)
  •  2012 – “Supermagic” (Teatro Olimpico – Roma)

SOCI ONORARI

Il Direttivo ha consegnato ai seguenti artisti la tessera di Socio Onorario perchè si sono distinti per meriti eccezionali nei confronti dell’arte magica.

Marco Berry – Torino

Illusionista, prestidigitatore ed escapologo (l’arte di liberarsi dalle costrizioni fisiche come corde e catene). La sua carriera di mago inizia da giovanissimo: a 8 anni Marco compare accanto all’attrice Isabella Biagini nel programma Sim Sala Bin, presentato dal mago Silvan. Catturato e divertito dall’esibizione a cui assiste scopre la sua vera passione: la magia. Inizia a studiare e già a 11 anni mette in scena i primi spettacoli. Ma l’incontro che cambia la vita di Marco è quello con Harry Houdini, il padre dell’escapologia. Marco replica i numeri più spettacolari del suo maestro spirituale, riuscendo a liberarsi da corde e catene immerso in una vasca d’acqua o da una cassa sottoterra.
Famoso è il numero che fece allo Stadio delle Alpi in occasione del ritorno in serie A del Torino, squadra di cui è grande tifoso. Appeso a testa in giù a un elicottero a 60 metri d’altezza, con mani e braccia legate, Marco dovette liberarsi in meno di 2 minuti prima che la corda che lo teneva e a cui era stato dato fuoco, si spezzasse!

IN TELEVISIONE
Marco è autore e conduttore di programmi televisivi.
L’esordio è nel 1987 con la trasmissione per ragazzi Bim Bum Bam e le
collaborazioni a La sai l’ultima e Domenica a casa nostra.
In seguito Marco collabora alla sceneggiatura e alla preparazione degli sketch di
Scherzi a Parte.
La popolarità arriva nel 1997, quando Italia 1 lancia un nuovo programma di
inchiesta e intrattenimento dallo stile irriverente: Le Iene. Marco è uno degli
inviati.
Con due edizioni di Danger Marco porta l’arte dell’escapologia in televisione.
Con Invisibili racconta le storie personali di vagabondi e senzatetto.
Con Vivo per Miracolo racconta storie spettacolari di persone che, in situazioni
estreme, sono riuscite a sopravvivere.
In Cash Taxi è il conducente conduttore di un taxi che porta a destinazione i
passeggeri mettendo in palio 1000 euro a corsa.
In Uno su Tutti entra nei centri commerciali italiani con un innovativo quiz
show.
Con Invincibili si cala nelle storie di chi, pur con la difficoltà di un handicap
fisico, ha imparato a vivere una vita piena e straordinaria.
In veste di inviato di Mistero indaga su casi irrisolti, fenomeni paranormali e
leggende misteriose.
In BauBoys è alla guida di un gruppo di giovanissimi in missione speciale per
salvare animali in difficoltà.

PREMI
Per il programma Invisibili Marco ha ricevuto i premi: Telegatto, Ilaria Alpi,
Flaiano e Val di Sole. Per il programma BauBoys ha ricevuto il premio giornalistico Oipa – Ciotola D’Argento. Per il programma Invincibili ha ricevuto il premio Anmil.
Premi per la magia: Saint Vincent Junior Close Up 1978, Premio Magico di
Primavera (San Benigno).

CURIOSITÀ
Primo inviato a introdurre l’uso della candid camera nelle inchieste televisive.
È appassionato di paracadutismo (si è allenato dall’amico Manuel Basso, pluri
campione e detentore di record mondiali), speedriding, subacquea e golf.
É un profondo conoscitore di Harry Houdini e uno dei maggiori collezionisti del
grande maestro dell’escapologia.
É socio onorario del Circolo della Magia di Torino e del Clam.
Ha aderito in qualità di testimonial alla Campagna “Giù le mani dai bambini”
contro la somministrazione disinvolta di psicofarmaci ai minori.
La Onlus Marco Berry Magic for Children organizza spettacoli,
eventi e manifestazioni sportive per aiutare i bambini bisognosi di tutto il mondo.

Tino Fimiani – Genova

Scopre ben presto la sua vocazione di clown e di performer, vocazione che affina frequentando, nel 1994, la Scuola di Circo di Stato a Mosca.
Il bagaglio tecnico acquisito durante questa esperienza va ad arricchire quella naturale comicità, ingenua e smaliziata, tenera e fisica, nella quale Tino Fimiani si trova perfettamente a suo agio.
Seguono altre esperienze formative ( con Philip Radice, Yves Lebreton, Jango Edwards), vittorie a prestigiosi concorsi (festival di cabaret comunque anomali 2000, festival di cabaret Martina Franca 2001), numerose apparizioni televisive (Maurizio Costanzo Show, Zelig Circus) e l’importante sodalizio con Luca Regina che porta alla creazione del duo Lucch&ttino.
I Lucch&ttino partecipano per anni a festival e rassegne italiani ed europei, ma sarà l’incontro nel 2002 con Jango Edwards e la sua decisione di curare per loro la regia di Catz a decretare la maturità artistica della coppia. Ed è proprio grazie a questa maturità che Tino Fimiani si trova pronto a intraprendere con sicurezza la carriera da solista.

Clown stralunato, illusionista illuso e ingenuo ventriloquo, dopo la lunga esperienza nel duo Lucch&ttino insieme a Luca Regina, intraprende la via dell’attore solista con uno spettacolo dove miscela sapientemente giocoleria, equilibrismo, magia, pickpocket e una comicità allo stesso tempo semplice e raffinata, colta e popolare, adatta a qualsiasi tipo di pubblico e di situazione.